Archivio
News Chiudi
PSORIASI: UNA MALATTIA OSTICA. Richiedi Informazioni
01 Marzo 2016

PSORIASI: UNA MALATTIA OSTICA.

La nostra pelle è la barriera che ci separa dal mondo esterno. Non ci separa solo da agenti nocivi provenienti dal di fuori, ma ci presenta anche agli occhi degli altri. E' quindi implicito che quando questa viene a manifestarsi, il problema non è più solo dermatologico...ma va a minare anche l'aspetto relazionale del paziente.

Innanzi tutto va specificato che la psoriasi è una patologia infiammatoria, proliferativa e cronica della pelle (chi ha la psoriasi non ne guarisce), spesso pruriginosa ed autoimmune. La malattia alterna fasi acute e quiescenti con durata variabile, viene inoltre colpisce per la maggior parte dei casi aree corporee nettamente delimitate, dette placche psoriasiche, o in casi più rari tutto il corpo.

Le persone che soffrono di psoriasi moderatamente grave sono più del 35%, e in quei casi la psoriasi si estende per più del 10% della superfice corporea. In Italia affligge circa 2 milioni di persone (3,1%) colpendo donne e uomini con la stessa frequenza. 

Generalmente si manifestano i primi sintomi tra i venti e i trent'anni, ma può insorgere in ogni momento della vita.

Mentre fino a pochi decenni fa si sospettava fosse un disturbo dovuto alla normale fisiologia della pelle, la risposta della malattia ai farmaci immunosoppressori lascia intendere puttosto chiaramente che sia coinvolto il sistema immunitario e probabilmente a un'alterazione dei suoi meccanismi di funzionamento dovuto a stimoli ambientali o genetici.

Ci sono vari tipi di psoriasi, un dermatologo può agevolmente diagnosticarla consigliando anche i trattamenti più idonei al caso.

Sono ben noti fattori predisponenti e aggravanti della psoriasi come:

  • genetica
  • stress emotivi
  • infezioni da streptococchi di gruppo A
  • Farmaci 
  • Traumi locali
  • Luce solare
  • Alcol e fumo
  • Obesità
  • Infezioni HIV

Il trattamenti a disposizione possono prevedere:

  1. Emollienti: dalle forme lievi alle più severe tornano sempre utili. E' suggeribile impiegarli dopo un'ora dall'applicazione dei trattamenti farmacologici topici
  2. Derivati della vitamina D3
  3. Retinoidi
  4. Cortisonici topici (spesso associati a tazarotene e derivati della vitamina D per ridurne gli effetti irritanti
  5. Cheratolitici (acido salicilico ecc)
  6. Catrame e ditranolo 
  7. Fototerapia
  8. Metotressato
  9. Ciclosporina
  10. Acitretina
  11. Farmaci immunologici.

Purtroppo molti pazienti, stimati attorno al 40%, non trovano giovamento con i trattamenti della psoriasi. In diversi casi il trattamento viene sospeso precocemente perchè non in grado di sortire effetti sperati nel breve periodo di tempo. E' ad ogni modo suggeribile attenersi alle indicazioni date dal medico e non sospendere la terapia

Qualora ci si dimentichi la posologia del trattamento, è suggeribile contattare il proprio medico o recarsi in farmacia per avere migliori delucidazioni sul modo di impiego.

Una dieta ricca di Omega-3 aiuta a mantenere sotto controllo la patologia.


Dott. Antonio Bortoletto